Bächenstock e Zwächten

Bächenstock e Zwächten  3.010 – 3.078 metri  Scialpinismo

Via normale al Bächenstock  PD-/BSA+  4,20 ore
Traversata  F  1 ora
Discesa per la via normale allo Zwächten OSA  1,15 ore

Dislivello 1.750 mt da Färnigen
Sviluppo 16 Km A/R
Esposizione sud in prevalenza

Oggi giro a nord del Gottardo dove ha nevicato di più; la scelta ricade sulla Meiental, la valle che dal Canton Uri sale verso il Sustenpass.

Partenza da Farnigen a q. 1505 mt, si risale con gli sci la strada per il Sustenpass fino a q. 1570 mt dove si sale a est sullo scomodo sentiero estivo nel bosco; si risale a ripide inversioni fino a q. 1850 mt dove il bosco finisce ed i pendii si aprono.
Si procede al sole in direzione nord-ovest superando il lago Seewensee e proseguendo sotto la bastionata del Sewenstock, qui mediante un traverso si arriva sotto ad un ripido pendio, purtroppo inizia a formarmisi un fastidioso zoccolo sotto gli sci che mi farà perdere molto tempo. Salito il tratto ripido coi rampanti si procede verso nord transitando sul piccolo ghiacciaio Sewenzwächten Firn e si giunge al tratto alpinistico del Bächenstock: un canale nevoso prima ed una cresta di misto poi, conducono in vetta (4.20 ore dalla partenza, difficoltà PD-).

Dalla cima inizia la traversata, si scende a piedi un ripido canale nevoso e si prosegue a destra per riprendere il filo della larga cresta aggirando talvolta sul versante occidentale le difficoltà; giunti a 2.900 mt si stacca verso ovest la ripida discesa, abbandono lì gli sci per salire a piedi lo Zwächten (1 ora dal Bächenstock, difficoltà F).

Ritornato agli sci inizia l’entusiasmante discesa in compagnia di alcuni scialpinisti bergamaschi; il primo tratto è un canale molto ripido 40/45° su neve duretta, poi man mano il canale si allarga e la neve diventa più morbida, si scende verso sud-ovest incrociando le sciate dagli Spannort in un bellissimo vallone su farina pressata; verso q. 2300 mt la neve diventa firn e si guadagnano senza difficoltà i pendii finali che riportano sulla strada del Susten indi alla macchina.

Giro davvero bellissimo in condizioni ottime, spettacolare la Meiental, non ci ero mai stato, tornerò sicuramente!

In solitaria ad inizio febbraio 2024.