Weissmies

Weissmies  4.023 metri

Via normale PD-  2,30 ore

Dislivello 900 mt in giornata dagli impianti di Hohsaas

Il Vallese è lontano, conviene combinare uscite di due giorni.

In verde la via normale alla Weissmies

Bellissima salita sul versante nord-ovest dal Rif. Hohsaas ove avevamo pernottato dopo avere salito il Lagginhorn.
Partiti all’alba attraversiamo il crepacciato Triftgletscher, tra seracchi caduti e crepacci aperti proseguiamo alla volta della cresta sud-ovest, superiamo la calotta dell’anticima e giungiamo sulla nevosa vetta piramidale.
Davvero una bella salita che mi ha ricordato i Palü nella parte bassa e la cresta delle Bosses al Bianco sulla cresta finale.
Gita di metà giugno 2017, già con ghiaccio vivo in alcuni brevi tratti.

Con Graziano, Fabio e Davide.


Altre possibilità di salita alla Weissmies:

In verde la cresta nord, in rosso la via normale, in arancione la cresta sud est

Weissmies Cresta SE PD II+

Da Saas-Almagell 1.660 mt, senza alcun impianto, si raggiunge tramite sentiero l’Almagellerhutte 2894 mt.
L’indomani si sale per sentiero e breve cresta allo Zwischbergenpass 3268 mt si prosegue poi per pietrame e nevai fino a montare in cresta a 3.600 mt; risalire la cresta di blocchi che con passi di II/II+ conduce sull’anticima, da qua con picca e ramponi si raggiunge la bellissima vetta.
Cresta non difficile ma molto lunga, solitamente viene abbinata alla discesa sulla via normale per il glaciale versante nord ovest.

Weissmies Cresta Nord D- IV+

Da Hohsaas, che si raggiunge con gli impianti, tagliare sul ghiacciaio e puntare all’evidente Lagginjoch 3.499 mt punto di partenza anche della cresta sud al Lagginhorn.
Prendere ora la cresta nord seguendola sul filo.
Lungo la salita passi obbligatori di 4+, per il resto più facile ma non banale. La parte terminale è nevosa e conduce sulla bellissima vetta. Cresta poco frequentata. Discesa sulla via normale