Piz Palü

Piz Palü    3.905 metri  Scialpinismo

Via normale PD-/BSA+  3,05 ore

Dislivello 1.300 mt da Diavolezza

Gran salita scialpinistica alla bellissima vetta. Con i suoi tre speroni ed i ghiacciai sospesi è considerata una delle pareti nord più belle delle alpi.

Salito con la funivia delle 840 scendo verso il ghiacciaio, è una lastra di ghiaccio unica ed escono sassi, metto allora gli sci nello zaino e mi abbasso a piedi fino a 2.750 mt. Messe le pelli, vuoi per l’allenamento che non manca, vuoi l’acclimatamento, vuoi la rabbia per il Rimpfischorn sfumato ieri, recupero e supero un po’ di cordate davanti e arrivo abbastanza in fretta al deposito sci… La traccia di salita è ottima, è consigliabile mettere i rampant per 5 minuti per passare i grandi seracchi a 3.200 mt circa. Dal deposito sci, con picca e ramponi, raggiungo prima la cima orientale e poi per esile cresta la vetta principale…

Grande gioia…

Discesa su neve discreta che via via migliorava. Dove ho messo i rampant la mattina ho tolto gli sci e sono passato per precauzione coi ramponi, lì non c’è possibilità di errore, sono comunque pochi metri. Arrivato in breve al limite inferiore del ghiacciaio salgo penosamente a Diavolezza 200 metri sotto il sole con gli sci in spalla. Poi sciata ancora godibile sulle piste aperte fino all’auto! La discesa dal ghiacciaio del Morteratsch sarebbe stata la ciliegina sulla torta.

Ascesa in solitaria di fine aprile 2017