La Pala

La Pala  3.169 metri  Scialpinismo

Via normale F/BSA  3,40 ore

Dislivello 1.550 mt in e-bike fino a Camp 2.050 mt
Sviluppo 22 Km A/R

In rosso l’itinerario per La Pala, in verde per il Corn da Camp

Salita prima in e-bike poi a piedi e infine con gli sci in Val Poschiavo.

Partito in e-bike da Sfazù mt 1.620 si risale la strada sterrata fino al rifugio Saoseo prima e alle baite di Camp poi.
Lasciata la bici a 2.050 metri si prosegue a piedi per la lunga Val Mera passando sotto al Corn da Camp. Nel vallone ormai la neve scarseggia e gli sci vanno portati fino a 2.370 dove abbandonerò le scarpe basse.
La salita verso il passo di Val Mera si fa ben più ripida e sciistica, la neve però, complici le alte temperature, è già sfondosa la mattina. Raggiunto con fatica il passo di Val Mera mt 2.671 ci si unisce con l’itinerario che sale da Livigno.
Una breve discesa conduce sul Vadret da Camp dove finalmente la neve inizia ad essere rigelata.
Le nubi però vanno e vengono, come prima salita propendo per La Pala che la si può raggiungere quasi sci ai piedi seguendo l’itinerario del Piz Paradisin.
Lasciati gli sci alla sella tra il Paradisin e La Pala risalgo la facile cresta di quest’ultima ma con neve molto marcia e giungo in vetta in 3 ore e 40 minuti.

Lascio il Corn da Camp per la prossima volta, la via di salita è più alpinistica e lunga, con queste condizioni sarebbe un calvario.

Discesa su neve discreta sul ghiacciaio, di pura sopravvivenza più in basso.

Durante il portage verso la bici scoppia un bel temporale che mi accompagnerà fino all’auto 😃