Dente del Gigante

Dente del Gigante  4.013 metri  

Via normale AD/V con corde fisse  5 ore

Dislivello 750 mt in giornata dagli impianti di Punta Helbronner

In rosso la traccia di salita all’Aiguille du Rochefort, in verde la deviazione per il Dente del Gigante

Bellissima montagna dalla forma unica e caratteristica.
Siamo saliti con la funivia alle 730 ma tra i numerosi corsi CAI e l’affollamento generale le code sono state lunghe e inevitabili. Dopo aver salito la Gengiva, abbiamo atteso 1 ora e mezza solo per attaccare la parte rocciosa, poi le belle e impegnative placche Burgener ed infine l’esposta cresta finale.
Abbiamo fatto le doppie sulla via di salita con incastri vari di corde e poi abbiamo pure sbagliato via di discesa.
Inevitabile fermarci a dormire al Rif. Torino, che era pieno, su 3 materassi in corridoio!
Difficoltà AD, inutile postare i tempi di salita perché dipendono molto dall’affollamento, montagna davvero non banale da troppe persone considerata una ferrata visti i canaponi con casini vari in parete.

Sicuramente la via normale più impegnativa che abbia mai percorso. Meraviglioso arrampicare a 4000 metri sul Bianco!

Salita di giugno 2017 con Umberto e Graziano.