Corni Bruciati punta nord-est

Corni Bruciati punta nord-est 3.097 metri Scialpinismo

Via normale dal canalone sud-est  BSA+/AD-  4,50 ore

Dislivello 1.630 mt dalla strada a 1.490 metri
Sviluppo 17 Km A/R

In rosso la salita alla punta nord est dei Corni Bruciati

Salito in auto fino a quasi 1.500 metri, parto con le scarpe da tennis e gli sci sulla schiena tagliando i tornanti della strada che conduce a Prato Isio prima e Caldenno poi.

Fino a Caldenno è tanto sviluppo e poco dislivello, metterò gli sci dopo 40 minuti di portage. Superata l’Alpe Caldenno si inizia a salire con una buona regolarità e pendenza fino a un tratto pianeggiante nei pressi dell’Alpe Palù. Dopo l’Alpe Palù la gita diviene più ripida, si sale subito con i ramponi un breve canalino slavinato e rimessi gli sci ci si dirige verso il canale che conduce al pianoro superiore sotto alle vette dei Corni Bruciati; questo canale si risale buona parte ad inversioni e poi di nuovo ramponi e sci sulla schiena nel tratto finale a 45 gradi.

Giunti sul pianoro finale si rimettono gli sci ed in una decina di minuti si raggiunge il canale finale per la vetta. Lasciati gli sci risalgo con due piccozze il canale fino ad uno strozzatura che si passa su un muretto ghiacciato di qualche metro (in discesa aggirerò il ghiaccio scendendo a lato su roccia molto sfasciumosa). Passata la strozzatura il canale prosegue su neve su pendenze a 50° fino a sbucare in vetta.

Panorama stupendo sulle montagne circostanti, in particolare sul Disgrazia!

Discesa tutta faccia a monte con attenzione; dal deposito sci magnifica sciata continua fino a Caldenno, indi una mezz’oretta di portage in discesa.

Considero questa gita come una delle più belle scialpinistiche valtellinesi!

Con Fabio M., Fabio T, Demis, Walter, Frenk e Soraya al primo tentativo del febbraio 2021 interrotto prima dell’ultimo canale causa troppa neve e temperature alte. Sono tornato in solitaria a marzo del 2021 arrivando in vetta.