Cervino

Cervino – Matterhorn  4.478 metri  

Cresta dell’Hornli (nord est) AD/III  5,30 ore la salita, 6 ore la discesa al rifugio

Dislivello 1.250 mt dall’Hornlihutte

Salita alla Gran Becca dalla cresta dell’Hornli.

Partiti alle 350 dal rifugio sbagliamo puntualmente via e ci perdiamo nella parete est… con qualche peripezia ritorniamo sulla via giusta ed in 3 ore raggiungiamo la Capanna Solvay a 4000 metri. Fino alla Solvay la via è sfasciumosa e non troppo entusiasmante, dopo diventa più bella ed impegnativa.
Quando arriviamo in vetta, dopo 5,30 ore, sono già scesi tutti da poco e ci godiamo brevemente la cima tutta per noi!
La discesa è più impegnativa della salita, ricorreremo a 4 corde doppie, sbagliamo via un paio di volte e arriviamo alla Hornlihutte dopo 6 lunghe ore.
La difficoltà su roccia non supera il III grado, difficoltà alpinistica AD costante per tutta la gita, non difficile ma nemmeno una passeggiata, serve concentrazione per tutta la giornata; montagna molto completa, è sempre difficile reperire la giusta via.
Dislivello 1250 metri, condizioni buone, un po’ di ghiaccio nella parte finale di cresta.

Con Fabio, Alfio e Luca a metà luglio 2019.


Altre possibilità di salita al Cervino:

In rosso la cresta dell’Hornli, in verde la cresta del Leone, in arancione la cresta Furggen, in azzurro la cresta Zmutt

Cresta del Leone (sud ovest) AD+ III+

Se la cresta Hornli si staglia nel cielo lineare, la Cresta del Leone presenta vari tratti verticali e torri. La prima è più lunga, la seconda è più breve ma impegnativa tecnicamente.
La via normale italiana al Cervino inizia alla Capanna Carrel 3.835 mt, si risale subito la cresta superando famosi passaggi fra cui la Corda della Sveglia, la Gran Corda, la Cravatta, l’aereo Pic Tyndall e la Scala Jordan fino a raggiungere la vetta italiana.
La via è attrezzata con canaponi, è verticale e fisica, i passaggi di III / III + non mancano.
In discesa si può tornare per la via di salita con varie corde doppie o effettuare la traversata sulla cresta dell’Hornli più lunga e non facile da reperire se non la si ha mai affrontata.

Cresta di Zmutt D IV

Si tratta di una via impegnativa, che a causa dell’esposizione è difficile trovare in buone condizioni e viene ripetuta solo poche volte ogni anno. La via parte normalmente dalla Schönbielhütte 2.694 mt.

Cresta del Furggen TD VI
E’ una delle più impegnative vie di salita al Cervino, con tratti di misto ghiaccio e roccia e passaggi fino al VI.
La via parte dal Bivacco Oreste Bossi 3.345 mt.