Cascate di ghiaccio

L’arrampicata su ghiaccio è una disciplina derivante dall’alpinismo e dall’arrampicata.
Le cascate sono molto affascinanti ma ancor più dell’arrampicata su roccia richiedono un’attenta e accurata valutazione delle condizioni e difficoltà, nonché una progressione tecnica lenta e graduale.
La pericolosità è tangibile e la possibilità di farsi male in caso di errore è molto elevata.

Di seguito un breve elenco cronologico delle cascate lombarde che ho salito:

  • Cascata Cinese  (Valmalenco)  II/3
  • Cascata del Lago Nero  (Valle Spluga) III/3  3 tiri
  • Cascata Lamento Diagonale  (Val Vedrano)  II/2+  2 tiri
  • Cascata Centrale  (Val Vedrano)  II/2+  3 tiri
  • Cascate val Borra e Busecca  (Val Biandino) I/2 la val Borra, II/3 la Busecca
  • Cascata centrale di Pedena  (Passo San Marco)  II/3
  • Cascata di Borghetto  (Val Febbraro)  III/3+
  • Cascata della Zocca  (Valmalenco)  III/3+
  • Cascata della val Boazzo  (Val Boazzo)  II/2+
  • Seconda cascata dell’Oro  (Val Masino) III/3+  5 tiri