Alphubel

Alphubel  4.206 metri  Scialpinismo

Via normale F+/BSA+  3,40 ore

Dislivello 1.350 mt in giornata dagli impianti di Langflue
Sviluppo 17 Km A/R

Primo 4000 del 2017.

Dopo vari giorni di bel tempo decidiamo di recarci a Saas Fee per la notte e salire all’Alphubel con gli sci il giorno seguente.
Per salire è semplice, l’Alphubel si vede sempre, i crepacci ci sono ma sono molto ampi, la traccia è sicura, si sta al sole per tutto il giorno.
La giornata è stata stupenda dalla meteo perfetta, condizioni e sciata ottime, neve eccezionale; dalla panoramica vetta era possibile ammirare almeno una cinquantina dei 4000 dell’arco alpino.

Siamo saliti con due funivie alla Langflue; dal rifugio si risale il Feegletscher e superato a destra l’isolotto roccioso di quota 3.174 mt si va gradualmente a destra per salire i pendii del versante est che diventano man mano più ripidi per arrivare al vastissimo pendio nevoso sommitale con la grossa croce in legno.

La discesa è stata una mega sciata fino ai 1800 metri di Saas Fee, totale del dislivello in discesa 2400 metri!

Gita memorabile, con Fabio.


Altre possibilità di salita all’Alphubel:

In rosso la normale, in azzurro la cresta nord, in verde la cresta sud est dal Feekopf

Cresta sud-est dal Feekopf  PD+ II

Da Saas Fee si sale col Metrò Alpin a Mittelallalin e si segue la via normale dell’Allalinhorn. Si prosegue lungo il ghiacciaio e dopo aver superato un tratto un po’ più ripido si guadagna il Feejoch (3810 m). Lasciando a sinistra la traccia per l’Allalinhorn si prosegue verso la poco evidente elevazione del Feekopf, inizialmente nevosa e piuttosto aerea e poi rocciosa II; dopo averne raggiunto la vetta (3888 m) si scende per la nevosa cresta ovest, larga e facile, portandosi all’Alphubeljoch (3782 m).
Ci si rivolge ora alla nevosa cresta sud-est dell’Alphubel, che presenta in uscita un ripido pendio (45°) da risalire direttamente, oltre il quale si guadagna la vetta.
In discesa si può ripercorrere la via di salita, oppure in alternativa si può optare per la via normale lungo il versante est o per la cresta nord se si è intenzionati a proseguire alla volta del Taschhorn.

Cresta nord dal Bivacco Mischabelbiwak  PD+ II+

Dal bivacco Mischabelbiwak mt 3.851 si attacca la cresta nord dell’Alphubel che si presenta inizialmente rocciosa e con qualche passaggio di II+; superato il tratto roccioso, la cresta diviene nevosa e decisamente più facile sino a portarsi sulla cima nord-est, oltre la quale si previene all’ampia vetta.