Gran Sasso d’Italia corno Grande

Gran Sasso d’Italia corno Grande  2.912 metri

Direttissima  PD-  1,25 ore
Cresta ovest F+  2 ore

Dislivello 800 mt da Campo Imperatore

La vetta più alta degli Appennini

In rosso la Direttissima, in verde la cresta ovest

Sono salito da Campo Imperatore in solitaria, in un caldo primo pomeriggio di metà agosto 2017.

Da Campo Imperatore la cima è già visibile, dopo un traverso in falsopiano ho abbandonato la via normale e ho seguito a destra per la Direttissima. Raggiunto un grosso sasso “sassone” inizia la parte alpinistica che con arrampicata al massimo di II+ porta direttamente in vetta; la roccia è buona, un po’ unta sui passaggi obbligati. E presente anche qualche spit per assicurarsi.

Dopo una breve sosta alla croce di vetta riparto seguendo la cresta ovest; essa è di roccia un po’ friabile e abbastanza esposta, si ricongiunge poi sulla facile e frequentatissima via normale.

Giornata bella ma molto calda sulla vetta più alta dell’Appennino.

Cima molto panoramica anche se sono abituato a vedere la neve sulle montagne circostanti, qua è molto diverso!